Riassumiamo così la prima metà del 2018: